LE CHIESE DI GIOVINAZZO

LE CHIESE DI GIOVINAZZO

  Giovinazzo - LogoGiovinazzo: veduta aerea del centro storico

Veduta aerea del centro storico

 

CHIESE DEL CENTRO STORICO

Numerose sono state le chiese edificate sul territorio di Giovinazzo nel corso dei secoli, oltre cento secondo una ricerca effettuata dallo storico giovinazzese don Filippo Roscini. Di esse, moltissime non esistono più. Di quelle edificate nel centro storico restano: 

- Madonna di Costantinopoli, con la scultura in pietra di S. Cristoforo, opera del giovinazzese Antonio Altieri;
- S. Carlo, il cui ingresso in via Cattedrale passa quasi inosservato;
- S. Maria del Carmine,  con i suoi preziosi dipinti;
Cattedrale, in stile romanico-pugliese, rimaneggiata nel '600;
- S. Giovanni Battista, vulgo S. Francesco, forse la più antica tra quelle rimaste;
- Spirito Santo che ebbe, per vari secoli, il privilegio di dipendere direttamente dalla Santa Sede;
- S. Lorenzo, la più piccola, forse, tra quelle erette a Giovinazzo;
- Santa Maria degli Angeli, anticamente S. Maria ad Muros;
- S. Felice, che a fine '800 fu adibita a mercato ortofrutticolo; recentemente restaurata, è diventata centro di attività culturali.

 

CHIESE RURALI

Fra le tante testimonianze del passato che la campagna rinserra nel folto degli alberi, vi sono tuttora numerosi edifici sacri: cappelle, conventi, chiese, antiche espressioni religiose, una volta centro di coesione delle tante comunità rurali che popolavano i casali ed oggi, salvo poche eccezioni, solo ruderi immersi nell'oblio.

Di tante chiese erette nell'agro giovinazzese restano:

- Madonna della Misericordia, il cui affresco è oggetto di culto da parte di moltissimi fedeli;
- San Pietro Pago
, i cui ruderi emergono in una zona adibita a discarica;
- San Francesco (vulgo S. Antonio)
, oggi non più luogo sacro;
- Padre Eterno
, meta continua di fedeli;
- Santa Lucia
, una delle poche ancora aperte al culto;
- S. Eustachio,
prima saccheggiata dai Saraceni, dopo depredata da vandali;
- Cappella dell'Angelo
, pur in abbandono, è integra nei suoi muri perimetrali;
- Sette Torri, nell'omonimo casale, oggi luogo di villeggiatura;
- S. Basilio, resiste nel tempo con il suo fascino misterioso.

 

Per ognuna è stata predisposta una scheda. La lettura delle notizie in esse contenute, benché sommarie, potrebbe costituire stimolo, soprattutto per i più giovani, a migliorare e ad approfondire la conoscenza di quelle che sono state, nei secoli, le radici del vasto patrimonio storico, artistico, culturale e religioso dell'antica città di Giovinazzo.


 

Per collegarti alle pagine degli approfondimenti clicca quì a lato 

CHIESE DEL CENTRO STORICO CHIESE RURALI